Vicino
Notizie

Amnesia Haze: Scheda Tecnica Strain Sativa

Amnesia Haze: Scheda Tecnica Strain Sativa

Che cos’è l’Amnesia Haze

Il prodotto più venduto del mese su Amazon
Più Venduto # 1
Aps 576 Set di 3 posacenere in melamina nera, Ø 8 x 3 cm
Aps 576 Set di 3 posacenere in melamina nera, Ø 8 x 3 cm
Uso: questo posacenere in melamina fa scomparire la cenere con stile.; Materiale: la melamina è il materiale di base per questi eleganti posacenere.
6,99 EUR Amazon Prime

La presentazione di questo prodotto è stata realizzata con il plugin AAWP.

Una sativa molto popolare tra i coffe shop di Amsterdam che si è aggiudicata il primo posto nella Cannabis Cup del 2004 e di nuovo la prima posizione nella Sativa Cup del 2012. L’Amensia Haze è apprezzata non soltanto per il suo sapore terroso di limoni e agrumi ma soprattutto per il suo effetto cerebrale molto intenso.  Non si tratta di una pura sativa (vedi Durban Poison) al contrario, la linea genetica dell’Amnesia Haze è molto variegata: presenta qualche contaminazione di indica (Afghani e South Asian Indica) che giustifica anche un effetto corporeo di rilievo, ma la sua genetica preponderante è composta da linee di sative esotiche più o meno conosciute (Thai, Hawaiian, Jamaican, Cambodian, Haze). Apprezzatissima da molte generazioni ormai, rappresenta una delle pietre miliari europee degli strain più conosciuti.

Il prodotto più venduto del mese su Amazon

La presentazione di questo prodotto è stata realizzata con il plugin AAWP.

L’Amnesia Haze produce densi grappoli di buds molto densi al tatto se ben curati. Le cime cespugliose cristallizzano così perfettamente che sembrano essere ricoperte da uno strato appiccicoso esotico, sprigionando aromi di cardamomo e lime, maggiorana e mandarino, che brillano e riflettono la luce. L’impatto di questo strain è difficile da valutare, ma è comunque forte. L’esperienza soggettiva dell’utente gioca un ruolo cruciale.

Il prodotto più venduto del mese su Amazon

La presentazione di questo prodotto è stata realizzata con il plugin AAWP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *