Fumo all’aperto, Divieto anche per e-cigs

Il prodotto più venduto del mese su Amazon
Più Venduto # 1
Borsello porta tabacco, cartine, filtri e accendino - Astuccio portatabacco di stoffa Maki
Borsello porta tabacco, cartine, filtri e accendino - Astuccio portatabacco di stoffa Maki
Leggero e facile da portare con sé in tasca, in borsa o nello zaino; È il regalo perfetto per gli amici che preferiscono le sigarette fai-da-te
17,99 EUR Amazon Prime

Il governo italiano sta prendendo in considerazione una nuova stretta sulla sigaretta tradizionale e sulle sigarette elettroniche, adottando nuove misure di prevenzione contro il fumo. Si tratta di una proposta che andrebbe a vietare il fumo all’aperto di entrambi i prodotti in molte aree pubbliche della nazione, come strade, piazze, parchi, giardini e spiagge. Questo provvedimento avrebbe lo scopo di limitare la diffusione del fumo nell’aria e tutelare i cittadini dai possibili rischi associati all’inalazione di sostanze irritanti.

Oltre al divieto all’aperto, si prevede anche l’introduzione di nuove restrizioni sulla vendita e la distribuzione di sigarette tradizionali e sigarette elettroniche, con una maggiore attenzione rivolta al controllo della qualità dei prodotti. Si mira a limitare l’accesso a questi prodotti da parte di minori e giovani adulti, nonché a contrastare l’impatto ambientale che il loro utilizzo comporta.

Divieti per e-cig e fumo all’aperto

In Italia, il fumo di sigaretta è già stato vietato nei luoghi pubblici chiusi nel 2003 (legge Sirchia), ma adesso si sta pensando di estendere il divieto anche alle e-cig e di vietare il fumo all’aperto. Secondo gli esperti, queste misure potrebbero avere un impatto positivo sulla salute della popolazione.

Le persone che vogliono fumare e-cig all’aperto devono attenersi alle stesse regole degli altri fumatori. Non è permesso fumare in aree esposte a bambini e animali domestici, nelle vicinanze di scuole ed edifici pubblici, neanche se si tratta di una zona all’aperto.

Inoltre, anche se le sigarette elettroniche non producono cenere o fumo, è importante ricordare che i liquidi contenuti nelle cartucce possono danneggiare l’ambiente circostante. Per questo motivo, molte zone hanno introdotto divieti specifici relativamente al loro uso.

È funzionale davvero la riduzione del fumo negli spazi aperti? 

Sì, la riduzione del fumo negli spazi aperti può essere davvero funzionale. Negli ultimi anni sono state effettuate numerose ricerche che hanno dimostrato come il divieto di fumo nei luoghi pubblici e nelle aree aperte sia stato associato a una notevole riduzione del consumo di tabacco e della esposizione alla seconda mano. Inoltre, queste misure sembrano anche proteggere le persone più giovani dall’esposizione al fumo passivo. Si ritiene quindi che il divieto di fumo negli spazi aperti possa avere un impatto positivo sulla salute pubblica.

Mentre alcuni sostengono che questi nuovi divieti siano eccessivi, altri ritengono che siano necessari per proteggere la salute pubblica

C’è anche da considerare che molti fumatori sostengono di aver smesso di fumare grazie all’uso di sigarette elettroniche. Se in futuro si stabiliranno limitazioni sull’uso delle sigarette elettroniche, le persone potrebbero ritrovarsi a tornare alle vecchie abitudini. È quindi importante considerare gli effetti della regolamentazione su entrambi i gruppi e trovare soluzioni che vantaggino tutti. 

Divieto di fumo in tutti gli spazi pubblici: la stretta in Messico

La nuova legge messicana, entrata in vigore nel 2023, stabilisce che è vietato fumare in qualsiasi luogo pubblico, compresi aeroporti, stazioni ferroviarie, fermate dell’autobus, plazas e altri spazi aperti al pubblico, come parchi, spiagge, hotel. 

La legge prevede anche l’obbligo di ripulire qualsiasi spazio esterno dai rifiuti derivanti dal fumo. Questa misura è stata introdotta non solo per la salute della popolazione messicana, ma anche per migliorare la qualità ambientale generale del paese. Inoltre, tutti gli edifici pubblici saranno dotati di avvertenze sugli effetti nocivi del fumo e rimarranno soggetti ad ispezioni periodiche da parte delle autorità.

L’obiettivo principale della legge è quello di prevenire le malattie croniche associate al fumo, come cancro ai polmoni e altre patologie respiratorie. 

Il prodotto più venduto del mese su Amazon
Più Venduto # 1
HIBRON Porta tabacco Borsello in vera pelle (58105 Grigio)
HIBRON Porta tabacco Borsello in vera pelle (58105 Grigio)
Dimensioni: il portasigarette arrotolato misura 16,4 x 8,6 x 2,6 cm.; Il distributore di carta è ideale e compatibile con diversi formati di carta fumatori.
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *