Il tabacco Pueblo Blue
Home » Recensioni » Tabacchi » Pueblo Blue Senza Additivi: la Recensione

Pueblo Blue Senza Additivi: la Recensione

Il prodotto più venduto del mese su Amazon
Più Venduto # 1
Borsello porta tabacco, cartine, filtri e accendino - Astuccio portatabacco di stoffa Maki
Borsello porta tabacco, cartine, filtri e accendino - Astuccio portatabacco di stoffa Maki
Leggero e facile da portare con sé in tasca, in borsa o nello zaino; È il regalo perfetto per gli amici che preferiscono le sigarette fai-da-te
17,99 EUR Amazon Prime

Pueblo Blue: un naturale leggero e quotidiano

Non sono mai stato un amante dei trinciati naturali, però li ho sempre fumati con entusiasmo e solo di recente ho imparato davvero ad apprezzarli come mai prima d’ora. Anni fa quando provai per la prima volta il Pueblo ricordo che non mi piacque affatto, tuttavia ancora non fumavo tabacco trinciato. Poi dopo essermi abituato al gusto dei vari tabacchi, decisi di riprovarlo e l’esperienza fu decisamente diversa dalla prima. Un gusto pungente e invitante allo stesso tempo, una sensazione particolare che cambiava radicalmente sapore con i diversi tipi di cartine, ma tutte regalavano buone impressioni colmando assolutamente la voglia di fumare. Poi è stata la volta del Pueblo Burley, quasi un fratello maggiore dell’originale, un gusto distante e differente ma altrettanto saporito e pieno di gusti particolari. Oggi a distanza di tempo, ho deciso di provare questa nuova versione, il Pueblo Blue, una versione più “leggera” e mite dell’originale ma altrettanto invitante. Vediamo perché.

L’apertura

La confezione di questo Pueblo Blue si presenta ovviamente di un bel celeste, con le grafiche identiche alle altre versioni, la solita carta rivestita in plastica e la linguetta adesiva sul retro. Il tabacco appare fin da subito come una mattonella compatta, segno che il tabacco all’interno della confezione è decisamente pressato e va sfilacciato abbondantemente per dare dei risultati ottimali.

La prova pratica

Aprendo il sigillo veniamo investiti dalla fragranza tipica dei Pueblo: asciutta, pungente e ammaliante. Al tatto il tabacco risulta secco e spigoloso, infatti bisogna prestare un po’ di attenzione alle piccole e insidiose imperfezioni che possono facilmente bucare la cartina. Per il resto, ci si ritrova davanti a un tabacco di un bel biondo, profumato e invitante al tatto, che si rolla facilmente con qualsiasi tipo di cartina.

Fumandolo si sente subito il carico nicotinico e il deciso spessore di questo tabacco, nonostante si tratti di una versione che apparentemente dovrebbe risultare più leggera. Chi proviene da altri naturali o dal Pueblo originale probabilmente non avvertirà nemmeno il piccolo scalino di differenza che caratterizza questa versione. In fondo, la differenza è decisamente di poco conto: nel Pueblo originale i valori di condensati con filtri da 5,2 mm sono 8,0 mg con cartine di tipo A e 10,0 mg con cartine di tipo B, mentre i valori di nicotina sono 0,6 mg con cartine di tipo A e 0,8 mg con cartine di tipo B. In questo Pueblo Blue i valori si abbassano solo di 1,00 mg per i condensati con cartine di tipo B, di 0,1 mg per i valori di nicotina sia per cartine di tipo A che di tipo B. Quindi non è propriamente una versione che può considerarsi light ma può essere adottata tranquillamente per variare dal solito tabacco quotidiano e per provare un gusto targato sempre dall’assoluta qualità Pueblo.

Pueblo Blue in conclusione

Insomma questo Pueblo Blue ha superato ogni test. E’ un buon tabacco per ogni occasione, valido tanto per le prime sigarette della giornata quanto per il post-cena abbondante. I fumatori miti e leggeri lo troveranno ancora troppo forte nonostante la sua denominazione possa far venire il dubbio, invece i fumatori moderati e quelli pesanti troveranno questo tabacco seducente e ottimo da alternare a tabacchi umidi o semi-umidi.

Risparmi 0,50 EURPiù Venduto # 1
Il prodotto più venduto del mese su Amazon
Più Venduto # 1
HIBRON Porta tabacco Borsello in vera pelle (58105 Grigio)
HIBRON Porta tabacco Borsello in vera pelle (58105 Grigio)
Dimensioni: il portasigarette arrotolato misura 16,4 x 8,6 x 2,6 cm.; Il distributore di carta è ideale e compatibile con diversi formati di carta fumatori.
Pubblicità

Ci sono 14 commenti

  1. Ciao,cercavo un tabacco secco non troppo forte per rollate alternative e devo dire che questo Pueblo azzurro ci azzecca,gusto pieno buna robustezza di fumata buona combustione con ogni tipo di cartina,e ripeto ideale per rollate alternative.Pienamente soddisfatto,buon acquisto.

  2. Ho cominciato a fumare da circa 4 mesi, da 3 sono passata ai pratici e ” gustosi ” drum.
    Ho provato svariati trinciati, ma l unico da cui tornavo sempre è stato il mio amato Pueblo. Complice anche la bustina per ” poveracci “… È un tabacco che o si ama o si odia.
    Ha un gusto veramente robusto, ma al 100% gradevole.

    Onestamente la differenza fra la versione YELLOW e la BLUE non la noto: sono eccezionali tutti e due.

    Essendo un tabacco ” pesantuccio “, personalmente, io fumo molto meno.
    La busta di BLUE da 30g mi è durata più di 2 settimane, lo alternavo col NAS da 20 g… Ma…onestamente… Per quanto possa essere inverosimile da credere… Pueblo tutta la vita.
    Ti soddisfa a pieno.

    ( ottimo sito, complimenti! )

    1. Grazie per i complimenti! Però per quanto possa piacerti, non posso che consigliarti di alternarlo con tabacchi più leggeri o di tagliarlo con qualcosa di più neutro (per esempio Mac Baren Bianco). Fidati, tra qualche mese i tuoi polmoni ringrazieranno

      1. Eccoci qua. Allora fumato pomeriggio e sera e devo dire che non mi aspettavo di spendere queste parole per un Pueblo, dopo aver abbandonato anni fà il fratello, che non sopportavo più.
        Comunque l’impressione è molto buona, non stufa, anzi! Leggero, anche se, ad ogni tirata sentivo la sua corposità in bocca fino alla gola, ma non è una cosa che dà fastidio, non gratta in gola come altri “additive free” più commerciali.
        e’ una piacevole sorpresa, spero solo non si sbricioli alla grande con questo caldo!
        A proposito: quando il tabacco è polvere, risulta più pesante?

      1. Ho risposto Paolo, non si vede la mia risposta?Aspetta che la ricopio qui :)

        Eccoci qua. Allora fumato pomeriggio e sera e devo dire che non mi aspettavo di spendere queste parole per un Pueblo, dopo aver abbandonato anni fà il fratello, che non sopportavo più.
        Comunque l’impressione è molto buona, non stufa, anzi! Leggero, anche se, ad ogni tirata sentivo la sua corposità in bocca fino alla gola, ma non è una cosa che dà fastidio, non gratta in gola come altri “additive free” più commerciali.
        e’ una piacevole sorpresa, spero solo non si sbricioli alla grande con questo caldo!
        A proposito: quando il tabacco è polvere, risulta più pesante?

      1. Pure io fumavo MC nero o in alternativa drum blu,ci avevo preso gusto con il sapore deciso del Kentucky poi causa covid mi sono visto costretto a comprare lucky strike marrone bollo rosso e devo dire che mi soddisfa a a pieno anche se alla lunga sputi i pezzetti di bronchi come con il MC nero.Ora ho provato il Pueblo azzurro come ho scritto nel post per esigenza (mi occorreva un tabacco secco) adesso lo fumo ogni giorno,valido

    1. Anche io lo odiavo inizialmente, poi piano piano è iniziato a piacermi…non è tra i miei preferiti però lo fumo volentieri, sicuramente di più rispetto ad altri “free additive”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *