Vicino
Notizie

OG Kush: Fenotipo dal Profumo Dolce

OG Kush: Fenotipo dal Profumo Dolce

Il sito web Leafly afferma che OG Kush è un ibrido di Chemdawg e Hindu Kush, ma dichiara anche “non possiamo essere sicuri perché OG Kush è inizialmente derivato da semi trovati in una bustina nei primi anni ’90.” DNA Genetics, che vende semi di OG Kush, afferma che si tratta di “un seme raccolto casualmente ad un concerto dei Grateful Dead.” Se questo fosse vero, allora non ci sarebbero effettive genetiche Kush all’interno di OG Kush, oppure ci potrebbero essere, ma nessuno lo sa perché Chemdawg ha anche una genetica sconosciuta ed è attribuita ad essere stata scoperta a un concerto dei Grateful Dead nel 1991 (da qui Chemdawg 91).

Il prodotto più venduto del mese su Amazon
Più Venduto # 1
Aps 576 Set di 3 posacenere in melamina nera, Ø 8 x 3 cm
Aps 576 Set di 3 posacenere in melamina nera, Ø 8 x 3 cm
Uso: questo posacenere in melamina fa scomparire la cenere con stile.; Materiale: la melamina è il materiale di base per questi eleganti posacenere.
6,99 EUR Amazon Prime

La presentazione di questo prodotto è stata realizzata con il plugin AAWP.

La banca dei semi Dinafem narra una storia simile, che include anche un taleo di Chemdawg per spiegare come “OG” sia entrato in OG Kush. Esistono molte teorie concorrenti su cosa significhi “OG”, le due più comuni sono “original gangsta” e ocean grown. Dinafem attribuisce il significato di “original gangsta” al gruppo rap Cypress Hill, ma dice che la teoria di ocean grown è più largamente accettata dai coltivatori professionisti e probabilmente più veritiera. Secondo Dinafem, ocean grown deriva da un coltivatore californiano di nome John che ha fornito un taleo di Chemdawg ad un coltivatore di Los Angeles chiamato Putz, il quale ha incrociato in un ibrido Lemon Thai/Pakistani Kush e ha creato OG Kush. L’OG viene dal fatto che qualcuno disse a Putz che le sue cime sembravano di montagna, la sua risposta fu “questa Kush è ocean grown” e il resto è storia.

Gusto e Terpeni

Il profumo caratteristico e il sapore sono stati descritti come “un odore di pino terroso e limone agro con sfumature legnose,” come anche un “profondo odore di pino che cattura le narici e potrebbe farti sballare solo annusandolo.” Queste descrizioni portano a immaginare che la varietà avrebbe livelli elevati di limonene e pinene, è anche probabile che conterrà alte quantità di mircene visto che è il terpene più comunemente trovato nella cannabis.

La profilazione della varietà fatta da Steep Hill Labs conferma che mircene e limonene sono i due terpeni primari in OG Kush, seguiti da β-cariofillene e quindi da pinene. Sia limonene che pinene sono noti per produrre effetti euforici e stimolanti e sono probabilmente una ragione importante per gli effetti simili a quelli sativa che alcuni utenti riportano di provare da OG Kush. Il mircene può avere un effetto sedativo che i ricercatori sulla cannabis pensano possa essere un componente importante nella sensazione di immobilizzazione che alcuni utenti riportano dalle varietà indica. Il Reverendo Dottor Kymron DeCesare di Steep Hill Labs ha notato che “OG Kush è considerata dalla maggioranza come un potente fiore che incatena al divano con circa l’1,25 percento di mircene.”

È un’Indica o una Sativa?

Anche qui, dipende da chi si chiede, e potrebbe avere molto a che fare con il fatto che ci sono oltre una dozzina di varità comunemente vendute nei dispensari che sono in realtà just different phenotypes of OG Kush. Tecnicamente, varità diverse avrebbero genotipi distinti, le loro proprie genetiche che le rendono uniche.

Se il genotipo è lo stesso, ma c’è una diversa espressione fisica, come una pianta più alta o una pianta che diventa viola, quella è un fenotipo differente. L’ambiente in cui crescono le piante ha un enorme ruolo in quel che sarà il loro fenotipo, per esempio, una carenza di fosforo può bloccare la crescita di una pianta facendola apparire più simile a una indica piuttosto che più alta come una sativa. A volte differenti fenotipi possono anche risiedere in più che sole differenze fisiche, come due varità Kush aventi profili di terpeni/cannabinoidi radicalmente diversi.

Il prodotto più venduto del mese su Amazon

La presentazione di questo prodotto è stata realizzata con il plugin AAWP.

Secondo Dinafem, OG Kush è “75 percento indica e 25 percento sativa,” questo la renderebbe un’indica piuttosto pesante, che molti utenti si aspetterebbero dia loro un effetto rilassante. Nonostante ciò, molti fan di OG Kush riportano che produce effetti sollevanti simili a quelli sativa, il che potrebbe sicuramente essere vero date le genetiche puramente sativa Thai incrociate nel Lemon Thai Kush che è potenzialmente un genitore di OG Kush. Molte delle discrepanze su se OG Kush sia un’indica o una sativa potrebbero derivare da recenti ricerche che… (Il testo si interrompe qui, quindi manca il finale per completare la traduzione).

Mostra che non sappiamo veramente cos’è una sativa, cosa sia effettivamente un’indica e se questi sono addirittura i termini che dovremmo utilizzare.

Nel corso dei quasi sei anni di lavoro nell’industria della cannabis, mi sono imbattuto in 16 differenti fenotipi di OG commercializzati sugli scaffali accanto ad altri fenotipi di OG, nominati diversamente e trattati come ceppi differenti, con molti pazienti e commessi specializzati che non erano consapevoli della loro medesima composizione genetica.

Innanzitutto, naturalmente c’è la OG Kush, e poi in ordine alfabetico abbiamo Alpha OG, Boss OG, Butter OG, Ghost OG, Khalifa Kush, Larry OG, Lee Roy (l’unico senza “OG” nel nome), Legends OG, Presidential OG, SFV OG Kush, Skywalker OG, Steve’s OG (50/50), Tahoe OG Kush, True OG Kush e Triple X OG Kush.

Ho notato che alcune di queste varietà, in particolare Butter OG e Skywalker OG, sono state definiti ibridi di altre varietà incrociate con OG Kush piuttosto che differenti fenotipi, aumentando ulteriormente l’incertezza. Oltre ai diversi fenotipi, esiste una legione di ibridi OG, inclusi numerosi retro-crociamenti, come Fire OG, che è OG Kush incrociata con un fenotipo di SFV OG Kush.

Proprio come la Chemdawg, che ha dato origine alla OG Kush, c’è più mistero che certezza. Ma, alle persone piace un mistero, il che potrebbe essere una delle ragioni per cui è uno dei ceppi più amati di tutti i tempi.

Il prodotto più venduto del mese su Amazon

La presentazione di questo prodotto è stata realizzata con il plugin AAWP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *