Vicino
Notizie

Ucraina Approva Cannabis Medicinale per Curare Traumi Conflitto

Ucraina Approva Cannabis Medicinale per Curare Traumi Conflitto

Il presidente ucraino Zelensky ha ufficialmente promulgato una legge che legalizza la cannabis a scopo terapeutico, in una manovra che lui e altri leader ritengono sarà d’aiuto ai militari per guarire dalle ferite fisiche e psicologiche patite durante il persistente conflitto con la Russia.

Il prodotto più venduto del mese su Amazon
Più Venduto # 1
Aps 576 Set di 3 posacenere in melamina nera, Ø 8 x 3 cm
Aps 576 Set di 3 posacenere in melamina nera, Ø 8 x 3 cm
Uso: questo posacenere in melamina fa scomparire la cenere con stile.; Materiale: la melamina è il materiale di base per questi eleganti posacenere.
6,99 EUR Amazon Prime

La cannabis ha dimostrato le sue proprietà terapeutiche per coloro che soffrono di PTSD. Può ridurre l’ansia, migliorare il sonno, diminuire la frequenza degli incubi legati al PTSD e aiutare anche nella gestione del dolore cronico. La cannabis è in grado anche di regolare l’umore e alleviare i sintomi depressivi che spesso accompagnano le esperienze traumatiche. Inoltre, una ricerca suggerisce come la cannabis influenzi anche l’elaborazione della memoria, potendo attenuare il dolore connesso al richiamo dei ricordi traumatici e alle “rievocazioni” dello stesso trauma.

A dicembre, i legislatori ucraini hanno inizialmente approvato il disegno di legge sulla cannabis medicinale, ma il partito Batkivshchyna, all’opposizione, ha rallentato l’iter richiedendo un voto su una risoluzione per annullare la misura. Evidentemente, consideravano il disegno di legge una minaccia all’integrità futura del paese. Tuttavia, in una vittoria per i sopravvissuti alla guerra, questa risoluzione è stata sconfitta a gennaio, rimuovendo di fatto ogni ostacolo all’attuazione del disegno di legge.

I critici hanno tentato di ostacolare la legislazione presentando centinaia di emendamenti, che sono stati definiti “spam” dai detrattori. Tuttavia, anche questo sforzo si è rivelato infruttuoso. La misura è stata approvata con 248 voti a favore.

Circa un mese dopo che l’iter legislativo è stato sbloccato, mercoledì, il presidente Zelensky ha concesso la sua ultima approvazione al disegno di legge in seguito al tentativo fallito di annullare la riforma. Si prevede che la legislazione entrerà in vigore entro sei mesi dalla data della sua pubblicazione ufficiale. Durante questo periodo transitorio, il Gabinetto dei Ministri dell’Ucraina, insieme al Ministero della Salute, è responsabile della formulazione dei regolamenti per il programma.

Il prodotto più venduto del mese su Amazon

Come rilevato da Reuters, oltre 6 milioni di persone, tra cui soldati, civili con PTSD e militari in fase di guarigione, necessitano di cannabis. Benché la versione iniziale del disegno di legge menzioni specificamente solo il cancro e il PTSD derivante dalla guerra in corso della nazione con la Russia, iniziata quando la Russia ha invaso l’Ucraina due anni fa, come condizioni per l’uso della cannabis medica, il presidente della commissione sanitaria ha notato che i legislatori ricevono costantemente feedback da pazienti affetti da altre condizioni, tra cui la malattia di Alzheimer e l’epilessia, indicando un’esigenza più ampia di accesso alla cannabis medicinale.

Zelensky ha espresso la sua approvazione per la legalizzazione della marijuana a scopo medico già a giugno, dichiarando al parlamento: “Tutte le migliori pratiche mondiali, tutte le politiche più efficaci, tutte le soluzioni, indipendentemente da quanto complesse o insolite possano sembrarci, devono essere applicate in Ucraina in modo che gli ucraini, tutti i nostri cittadini, non debbano sopportare il dolore, lo stress e il trauma della guerra”. Ha inoltre notato i passaggi necessari per realizzare ciò, affermando: “In particolare, dobbiamo finalmente legalizzare equamente i farmaci a base di cannabis per tutti coloro che ne hanno bisogno, con adeguate ricerche scientifiche e produzione ucraina controllata”.

Il disegno di legge definisce la necessità di specifiche licenze per coltivare e vendere cannabis, inclusa la disposizione di una sorveglianza continua

La sorveglianza video dei siti produttivi, accessibile alle forze dell’ordine, sarà introdotta. La supervisione della coltivazione e dell’elaborazione della cannabis sarà di competenza del Ministero della Politica Agraria. Inoltre, la Polizia Nazionale e l’Agenzia di Stato per i Medicinali deterranno i poteri di controllo e d’intervento in relazione alla distribuzione del prodotto medicinale.Nel mese di dicembre, il Dipartimento della Difesa ha presentato un pacchetto di assistenza alla sicurezza del valore fino a 250 milioni di dollari per l’Ucraina. Questo pacchetto include armi anticarro, sistemi di difesa aerea, artiglieria e attrezzature aggiuntive finalizzate a sostenere gli sforzi continui dell’Ucraina per contrastare l’aggressione immotivata. E anche le compagnie di cannabis hanno dato il loro contributo.

Nel corso del primo mese dell’invasione russa dello scorso anno, diverse aziende americane del settore cannabis hanno offerto aiuto finanziario all’Ucraina. Misha Breyburg, CEO di MediThrive, ha devoluto una parte dei proventi delle vendite di cannabis a un’organizzazione benefica che assiste gli ucraini. In aggiunta, Breyburg ha fatto decorare il dispensario MediThrive situato nel quartiere Mission di San Francisco con i colori nazionali dell’Ucraina, blu e giallo.

Il prodotto più venduto del mese su Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *